Chi siamo

Il Planetarium Alto Adige è un vero e proprio simulatore stellare, il cui sistema tecnologico permette di ricreare con estrema precisione il moto dei pianeti e delle stelle, ed è in grado di sfruttare al meglio la tecnologia 3D di cui dispone. Fino a 53 persone possono sedere sotto la cupola, per essere letteralmente immersi nel cosmo che ci circonda, dal sistema solare, la nostra minuscola culla cosmica, fino ai confini dell’universo osservabile.

La nostra missione

 Siamo una struttura per il tempo libero rivolta a persone di ogni età e formazione.
 
Facciamo da tramite tra il mondo della ricerca astronomica e il pubblico, con un’attenzione speciale rivolta ai giovani.
 
Offriamo esperienze indimenticabili sull’astronomia e su tante altre tematiche collaterali.
 
Mostriamo le più moderne scoperte dell’astronomia in maniera spettacolare e immersiva.
 
Vogliamo condividere con il pubblico la nostra passione per l’astronomia e ispirare le persone ad apprezzare il mondo che ci circonda.

La nostra visione

Vogliamo costruire una struttura per il tempo libero e per la formazione, dove le tematiche dell’astronomia e della scienza in generale siano presentate nella maniera più entusiasmante possibile.
 

In parallelo vogliamo far conoscere al grande pubblico le più recenti scoperte in campo astronomico, per risvegliare nel visitatore la curiosità verso l’universo e la sua multiforme natura. Per far questo usiamo una tecnologia avveniristica in grado di offrire un’esperienza immersiva a 360 gradi.
 

In linea con le più recenti linee della comunicazione scientifica e secondo i modelli più attuali della cosiddetta Public Understand of Science, presentiamo gli argomenti fondamentali dell’astronomia e quelli di frontiera in maniera aggiornata e tagliati su misura per ogni gruppo target.
 

L’astronomia è offerta in maniera giocosa e con un occhio rivolto alla ricerca dell’effetto wow, ma sempre rimanendo ancorati al contenuto e ai modelli scientifici.
 

Le tematiche dell’astronomia, della cosmologia, della planetologia e della scienza in generale vengono rese tangibili nella cupola del planetario per essere in grado di travalicare i confini generazionali ed educativi.

I nostri valori

Scoperta - vogliamo ispirare le persone attraverso la scienza e fornire ai visitatori momenti indimenticabili. Ogni singolo ospite è per noi importante.
 

Impegno - vogliamo motivare le persone di tutte le generazioni a partecipare attivamente al processo di conoscenza scientifica.
 

Autenticità - vogliamo presentare la scienza "genuinamente" con l’ausilio di contenuti di qualità e facilmente accessibili.
 

Conoscenza - vogliamo trovare modi innovativi per sperimentare e comunicare la scienza, la cui comprensibilità è per noi fondamentale.     

Il nostro team

Nome: Hansjörg Ebnicher
Età: 42
Sono cresciuto a… Nova Ponente
La mia formazione… Liceo Pedagogico a Merano, diploma in formazione teatrale a Brunico e Innsbruck, corso di Project management a Bolzano.

Il mio lavoro al Planetarium Alto Adige consiste nel… tenere guide interattive per i visitatori, presentazioni di diversi film ed eventi, organizzare nuove attività e allargare l’offerta scientifico-culturale della struttura.
Per la Val d’Ega l’Astrovillaggio è…  un raggio di luce e un meraviglioso arricchimento.
Il Planetarium Alto Adige ricopre un ruolo fondamentale, perché… apre i nostri orizzonti, permettendoci di comprendere meglio il nostro ruolo nell’universo.
Il mio coinvolgimento punta a far sì, che… tutti vengano contagiati dalla passione per l’astronomia e per lo spazio.
Mi sta a cuore, che… i nostri ospiti vivano un’esperienza speciale e indimenticabile.
Cosa mi rende felice? Imparare ogni giorno qualcosa di nuovo e incontrare gente proveniente da ogni dove.
Il mio pianeta preferito è… la Terra.
L’universo è così affascinante, perché… sembra infinito e ci ricorda sempre quanto siamo piccoli nei suoi confronti.

Nome: Luca Ciprari
Età: 38
Sono cresciuto a… Roma
La mia formazione… Laurea in Astronomia presso l’Università degli Studi di Padova, seguita da un Master in Comunicazione della Scienza presso la „Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati“ (SISSA) a Trieste.

Il mio lavoro al Planetarium Alto Adige consiste nel… trasmettere la mia infinita passione per l’astronomia al pubblico in visita.
Per la Val d’Ega l’Astrovillaggio è… uno strumento peravvicinare l’astronomia a chiunque si trovi a passare da queste parti.
Il Planetarium Alto Adige ricopre un ruolo fondamentale, perché… copre una tematica, che altrimenti troverebbe poco spazio nello spazio culturale della provincia di Bolzano.
Il mio coinvolgimento punta a far sì, che… le persone dopo una visita al Planetarium Alto Adige pensino “Wow! L‘astronomia è veramente spettacolare” e tornando a casa continuino a ripensare a quanto l’universo attorno a noi sia affascinante.
Mi sta a cuore, che… i visitatori riescano a comprendere l’enorme complessità dell’astronomia modernae dell’universo in generale.
Cosa mi rende felice? Fare trekking in montagna e godermi il cielo stellato ad alta quota.Il mio pianeta preferito è… semplicemente la Terra!
L’universo è così affascinante, perché… nasconde in sé un’enorme complessità, è praticamente vuoto ed è sede dei fenomeni più estremi della natura.

Nome: Stephanie Wolters
Etá: quasi 55 Anni
Sono nata a: Meerbusch nelle vicinanze di Düsseldorf, Germania Federale.

La mia formazione: La Maturità nel liceo linguistico, successivamente la Laurea in scienze linguistiche con la specializzazione in italiano, inglese e tedesco.
Durante gli anni di studio ho lavorato in Italia meridionale come traduttrice simultanea e guida turistica. Negli ultimi 30’anni ho lavorato a tempo pieno come insegnante di lingue ed etica.

Il mio lavoro al Planetarium consiste nel… entusiasmare le persone grandi e piccoli per l’astronomia e di tenermi in stretto contatto con le scuole, occuparmi dell’amministrazione e fare le guide ed i corsi formativi con il pubblico.

Per la Val d’Ega l’Astrovillaggio è… un‘occasione unica, che grazie alle tematiche scientifiche e molto emozionanti, possono guadagnare fama su territorio internazionale.

Il Planetario Alto Adige ricopre un ruolo fondamentale, perché… così si ha la possibilitá di sensibilizzare il pubblico ed avvicinare sia i più piccoli che i più grandi, in modo semplice alla tematica dell’astronomia. La mia esperienza trentennale come insegnante mi ha fatto notare che si può entusiasmare i piccoli già in età tenera per tutto quello che riguarda questi argomenti e magari chi sa se non nasce un nuovo astronomo o astrofisico nel nostro paese.

Il mio coinvolgimento punta a far sì, che… tutte le persone, in particolare i bambini, possono comprendere in modo semplice, che la scienza deve essere una cosa accessibile per ognuno e non solo per pochi privilegiati.

Mi sta molto a cuore… entusiasmare li essere umani per le cose belle della vita, in particolare per la bellezza della natura con tutti i suoi magnifici colori, che ci accompagna per tutta la vita e che noi dovremmo apprezzare, perché viviamo su un pianeta meraviglioso.

Cosa mi rende felice? La famiglia e poi andare in alta montagna o in altri posti in tutto il mondo con la mia attrezzatura fotografica e fotografare con la mia fotocamera la bellezza della natura. Negli ultimi anni ho dedicato sempre più tempo all’astrofotografia.

Il mio pianeta preferito è… la terra, però sono affascinata anche dagli altri pianeti in particolare le loro lune.

L’universo è così affascinante perché… l’uomo nonostante tutti progressi della scienza si dovrà chiedere sempre da dove arriva tutta questa meraviglia(?).
Io questa domanda me la pongo da quando avevo cinque anni. Però mi sa che l’universo terrà alcuni segreti per sé.